Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
J.F. AMONN Srl

QUALE PRODOTTO DEVO SCEGLIERE?

Guida alla scelta del prodotto ideale

Per l’incollaggio di diversi tipi di parquet su diversi tipi di sottofondo, esistono sistemi specifici per garantire il risultato migliore. Anche per l’applicazione di linoleum, moquette, gomma, sughero ed altri materiali, sia a pavimento che a parete o soffitto, esistono soluzioni dedicate.
 

Le nuove tendenze di design e di rispetto dell’ambiente, unite alle costanti innovazioni nella preparazione dei sottofondi e nei sistemi di assemblaggio di pavimenti in legno, sono andate di pari passo con l’innovazione tecnologica dei sistemi di incollaggio. Ad ogni sottofondo e tipologia di pavimento, si possono abbinare sistemi di incollaggio specifici per garantire la massima tenuta nel tempo.
I collanti sono utilizzati sia per incollare i pavimenti al massetto o agli altri piani di posa, che per incollare tra di loro gli incastri maschio/femmina degli elementi di parquet nei sistemi flottanti.
La scelta del collante più idoneo si determina in base al tipo di sottofondo sul quale viene eseguita la posa ed alle caratteristiche tecniche del pavimento in legno, tenendo in considerazione la specie legnosa ed il formato. Le proprietà fisiche ed elasto-meccaniche del legno sono differenti sia per tipologia di essenza legnosa, che per tipo di taglio o dimensione. Importante, specialmente per il legno di tipo massiccio, è che l’umidità del legno al momento della posa sia pressoché identica a quella di esercizio. Tenendo conto di questi parametri si possono scegliere adesivi con resistenza ed elasticità adeguate alle condizioni d’impiego.
Esistono diversi tipi di collanti:

  • Collanti in dispersione acquosa
    Sono costituiti da dispersioni di resine sintetiche (acetato di polivinile) e sono monocomponenti. Presentano tutti un elevato contenuto in acqua, quindi il loro impiego è possibile solo sui massetti in cemento quando l’umidità è inferiore all’1,5%. Si sconsiglia l’uso in abbinamento ai primer e per tale motivo il loro utilizzo si è progressivamente ridotto nel corso degli anni. Sono indicati solo per legni di piccole dimensioni su sottofondo tradizionale. Amonn propone Stufex P 90, Stufex P 90 E, Stufex 2000 HFLEX. Fanno eccezione le colle per l’incollaggio degli incastri maschio-femmina che sono prevalentemente in dispersione acquosa. Amonn propone Stufex E 83 P.
  • Collanti poliuretanici monocomponenti
    Sono costituiti da dispersioni di resine poliuretaniche e gruppi chimici reattivi (isocianici). L’indurimento di questi prodotti avviene per contatto con acqua (ambientale e presente nel materiale da incollare) e pertanto sono utilizzabili anche in presenza di umidità residua superiore al normale (fino al 3%). Molto elastici, sono utilizzabili anche per i pavimenti riscaldanti. La caratteristica di indurire a contatto con l’aria ed il costo sono le peculiarità negative di questi prodotti. Il barattolo infatti, una volta aperto, deve essere completamente utilizzato.
  • Collanti poliuretanici bicomponenti
    Hanno caratteristiche tecniche simili ai monocomponenti, ma in questi prodotti l’essiccazione avviene con l’aggiunta di un indurente a base di poliisocianati, sono quindi utilizzabili anche in presenza di umidità residua superiore al normale (fino al 3%) e sono compatibili con i primer isolanti. Per l’elevata elasticità, tipica di tutti gli adesivi poliuretanici, sono particolarmente indicati per i pavimenti riscaldanti e di grandi dimensioni. Non contenendo ammine possono inoltre essere utilizzati anche dalle persone allergiche alle colle epossidiche e, grazie alla loro morbidezza, sono di facile applicazione. Ideali anche per l’incollaggio di materiali diversi dal legno, come per esempio linoleum, gomma, sughero, moquette ecc. Amonn propone Stufex PL 97.
  • Collanti epossi-poliuretanici bicomponenti
    Sono realizzati con miscele di resine epossidiche e poliuretaniche e quindi abbinano le caratteristiche delle due resine. Si distinguono per adesione ed economicità, ma non sono molto elastici e non tutte le formulazioni sono indicate per pavimenti riscaldanti o elementi di grandi dimensioni. Sono utilizzabili in presenza di umidità residua normale (fino al 2%) e sono compatibili con i primer isolanti. Il catalizzatore di questi prodotti contiene ammine che possono, in persone predisposte, causare a lungo termine allergie. Le persone allergiche non possono utilizzare questi prodotti e devono servirsi di collanti di altra natura. Amonn propone Stufex PL 96, Stufex PL 200 e Stufex PL 300.
  • Collanti silanici
    Sono definiti anche monocomponenti reattivi, poiché l’indurimento avviene per contatto con l’umidità presente nell’ambiente e nel supporto. La loro caratteristica chimico-fisica ne permette l’utilizzo anche in presenza di umidità residua al di sopra della norma (fino al 3%). Economicamente più convenienti dei poliuretanici monocomponenti, hanno in comune la necessità di essere utilizzati completamente dopo l’apertura. Amonn propone Stufex S 100.
 
Vai alla lista